Yoga in gravidanza ♥

Yoga per donne incinte

Per le future mamme, lo yoga porterà senza dubbio un'attività fisica utile. Tuttavia, tali esercizi hanno i loro limiti durante questo periodo. Molti sono interessati alla questione se sia possibile impegnarsi in esercizio e yoga per donne incinte , quali sono le indicazioni e le controindicazioni.

Yoga per donne incinte

La risposta a questa domanda può essere data solo da un medico supervisore e da un istruttore qualificato, tenendo conto delle peculiarità delle condizioni della donna.

Lo yoga ti permette di raggiungere il rilassamento e lo stretching, che sono molto utili durante la gravidanza, e l'apprendimento delle tecniche di respirazione ti tornerà sicuramente utile durante il parto. Inoltre, c'è una serie speciale di esercizi adattati per le donne incinte.

Le lezioni possono migliorare in modo significativo il tuo benessere :

  • Allevia la fatica, la sonnolenza, la debolezza;
  • Migliora il normale funzionamento del sistema nervoso;
  • Fornire ossigeno al corpo;
  • Migliora la circolazione sanguigna tra il bambino e la madre;
  • Preparare i muscoli della schiena per lo stress;
  • Prevenire la stitichezza, proteggere dalle vene varicose.

Una serie di esercizi di yoga pensati per le donne incinte preparerà il corpo al parto :

  • i muscoli dell'addome, della schiena e del bacino sono rafforzati;
  • la loro elasticità aumenta, i legamenti sono allungati, in particolare i legamenti pelvici, il che facilita il travaglio;
  • il sistema endocrino sta migliorando, il corpo mantiene un livello stabile di ormoni;
  • aumenta l'immunità;
  • il metabolismo migliora, il grasso sottocutaneo scompare;
  • i polmoni funzionano in modo più efficiente, la circolazione sanguigna migliora;
  • la tecnica di respirazione ridurrà il dolore durante le contrazioni, così come intensificherà o ritarderà i tentativi;
  • in classe insegnano il corretto rilassamento e tali conoscenze e abilità aiuteranno durante il parto;
  • aiuterà a sbarazzarsi dell'ansia, a migliorare l'umore;
  • migliora la memoria, migliora la concentrazione.

Sicurezza

  • Regolarità delle lezioni. Durante la gravidanza, i carichi non periodici e a breve termine sono indesiderabili, poiché possono causare uno stato di stress del corpo, che porterà a conseguenze spiacevoli;
  • Chi ha praticato yoga prima della gravidanza non dovrebbe rinunciare al solito esercizio;
  • Se sonnolenza, affaticamento, tossicosi erano preoccupati nella fase iniziale della gravidanza, allora le lezioni dovrebbero essere iniziate in gruppi specializzati. Le tecniche aiutano a sbarazzarsi di queste condizioni;
  • Le donne che hanno una grave tossicosi, picchi di pressione sanguigna, sanguinamento dalla vagina, ipertonicità dell'utero dovrebbero interrompere l'esercizio e continuare solo dopo aver consultato uno specialista;
  • Coloro che non hanno fatto yoga prima della gravidanza dovrebbero iniziaren solo in gruppi speciali. Puoi iniziare in qualsiasi momento, perché un istruttore esperto adatterà il carico e selezionerà una serie di esercizi;
  • Se gli esercizi non vengono eseguiti per piacere, allora è meglio interromperli, perché la pratica dello yoga è mirata non solo allo stato fisico, ma anche emotivo, quindi è necessario farlo con un atteggiamento positivo;
  • Non sovraccaricare e non essere zelante, è ragionevole avvicinarsi agli asana di potenza. È utile per rafforzare i muscoli della schiena, del torace, delle gambe e deve essere escluso il carico sulla pressa;
  • Evita di saltare, tremare, cambiamenti improvvisi nella posizione del corpo. Alzati e scendi senza problemi;
  • Elimina la pressione sull'addome, come gli scricchiolii profondi. Lo yoga per donne in gravidanza che si avvicinano al 3 ° trimestre esclude le asana eseguite sdraiate sullo stomaco;
  • Nelle ultime fasi, smettono di fare esercizi sdraiati sulla schiena, poiché la circolazione sanguigna in questa posizione peggiora;
  • Non iniziare a fare esercizio a stomaco pieno e vescica. Si consiglia di mangiare un'ora e mezza prima dell'esercizio. Come ultima risorsa, prima dell'allenamento, in 20-30 minuti, puoi sederti qualcosa di leggero, come una banana o uno yogurt.

Controindicazioni relative:

Yoga per donne incinte
  • malattie dell'apparato respiratorio, del sistema cardiovascolare, della tiroide;
  • anemia;
  • polidramnios;
  • presentazione fetale anormale;
  • gravidanza multipla;
  • vene varicose pronunciate nelle gambe.

Controindicazioni assolute :

  • ipertensione (pressione sanguigna alta);
  • minaccia di interruzione della gravidanza;
  • sanguinamento (vaginale);
  • placenta previa;
  • posizione anormale della cervice;
  • placenta attaccata bassa;
  • insufficienza istmico-cervicale e uteroplacentare;
  • condizioni febbrili acute;
  • tossicosi tardiva;
  • ipertonicità;
  • controindicazioni per il medico osservante.

Asana consentite

Per facilitare il processo di nascita stesso, si consiglia di eseguire posture come colomba, guerriero, baddha konasana, ardha chandrasana, ecc. Aumentano significativamente la flessibilità.

Le asana per lo stretching laterale ti aiuteranno a sentirti a tuo agio con una grande pancia nelle fasi successive.

Nell'ultimo trimestre, si consiglia di eseguire la posa di un gatto (mucca). Aumenta l'elasticità dei muscoli della schiena e aiuta il bambino a girare a testa in giù.

Pose verticali: le gambe sono distanziate almeno alla larghezza dei fianchi. Da tali posizioni è conveniente eseguire la posa del sole.

Asana proibite :

Yoga per donne incinte
  • Lo yoga per le donne incinte che hanno solo 1 trimestre esclude le transizioni di salto, poiché c'è il rischio di spostare l'uovo fuori dall'utero;
  • La respirazione rapida viene eliminata. Vengono invece utilizzate le tecniche di respirazione dello yoga perinatale;
  • Non aumentare i carichi per migliorare lo stretching. A quel temponelle donne viene prodotta intensamente la relaxina, che ammorbidisce ossa e legamenti, in modo che uno stiramento eccessivo possa ferire. Soprattutto durante questo periodo, le ginocchia sono soggette a danni;
  • Evita forti torsioni dell'addome. Restringono gli organi interni, compreso l'utero. Gli scricchiolii possono essere eseguiti, ma più morbidi e iniziano dalle spalle. Lo stomaco non è attorcigliato;
  • Le asana con la parte alta non sono pericolose per il feto, ma c'è il rischio che una donna cada. Inoltre, una grande pancia disturba il solito senso di equilibrio. I rack sono fatti meglio appoggiandosi al muro;
  • La deflessione nelle asana non dovrebbe essere troppo profonda, ad esempio, la posizione della ruota. Se questo esercizio è familiare a una donna, può essere eseguito nel 1 ° trimestre;
  • Le pose che implicano la posizione sdraiata sullo stomaco possono essere eseguite solo durante le prime fasi della gravidanza. Al minimo disagio, smettono di farle;
  • Lo yoga durante la gravidanza, quando inizia il 2 ° trimestre, esclude la posizione supina. Queste pose sono sostituite da sdraiato sul lato sinistro. Usa coperte o cuscini per il supporto;
  • Un complesso per l'allenamento della regione addominale non è sempre particolarmente desiderabile;
  • Pratiche yoga vigorose come vinyasa yoga, power e ashtanga non sono raccomandate.

Oltre a quanto sopra, durante la gravidanza, sono escluse forme di yoga, accompagnate da un aumento della temperatura. Gravidanza pacifica e parto facile!

Yoga e Gravidanza, secondo trimestre: sciogliere tensioni della schiena e aprire il bacino

Messaggio precedente Danza dove il bottino è scosso: stile, nome, tipi. Come imparare a ballarlo da solo?
Post successivo Allergie nei neonati: una frase?