Cardiologia Riabilitativa dopo un Infarto: Alimentazione, Attività fisica e Supporto Psicologico

Dieta terapeutica dopo infarto miocardico

Dopo aver sofferto di una malattia grave, come l'infarto del miocardio, una persona ha bisogno di una ristrutturazione globale del ritmo e dello stile di vita. In particolare, per un recupero più veloce, il paziente dovrà seguire una certa dieta. Alcuni dei suoi elementi devono essere preservati nella dieta di una persona del genere e per tutta la vita.

Anche la dieta corretta dopo l'infarto del miocardio è importante per una persona, così come l'aiuto psicologico e il sostegno di parenti e amici. Solo l'atteggiamento positivo dei parenti, così come il desiderio di vivere del paziente, lo aiuteranno a tornare alla vita il più rapidamente possibile. Naturalmente, il ripristino del corpo è impossibile senza fornirgli le vitamine e i microelementi necessari che vengono con il cibo.

Contenuto dell'articolo

Quale dovrebbe essere la dieta dopo un infarto miocardico?

Dieta terapeutica dopo infarto miocardico

La dieta terapeutica, ovvero la tabella da seguire in caso di infarto, si divide in tre differenti fasi.

Il primo di essi - acuto - richiede una settimana dopo che si è verificato l'attacco, il secondo - il periodo subacuto - dura fino a tre settimane dopo l'attacco di cuore subito e il terzo e ultimo - lo stadio della cicatrice - inizia dalla quarta settimana e continua per tutta la vita. Ti diremo qualcosa in più su ciascuno di essi.


I pazienti generalmente non mangiano nulla per circa 48 ore dopo l'incidente. In nessun caso dovresti costringerli a farlo. Il bisogno di cibo di una persona durante questo periodo è molto piccolo o per niente, quindi sarà più facile per il suo corpo far fronte senza cibo.

Allo stesso tempo, il paziente dopo un infarto miocardico ha bisogno di bere molto. Circa 8 volte al giorno, dovrebbe bere 200-250 ml di liquido. È meglio dare la preferenza al tè caldo e debole con l'aggiunta di una piccola quantità di zucchero e limone, bevanda alla frutta di ribes nero e altre bacche, succo d'arancia diluito con acqua e brodo di rosa canina. Sono consentiti anche baci, composte e normale acqua naturale pulita. Tutte le bevande dovrebbero essere abbastanza calde, poiché il liquido freddo può solo aggravare la situazione e causare dolore al muscolo cardiaco.

Menu dietetico dopo infarto miocardico acuto

Dopo due giorni, si verifica un periodo acuto della malattia. In questo momento, viene prescritta una dieta per l'infarto del miocardio n. 10, o meglio, il suo primo stadio.

La dieta quotidiana si sta riprendendoil paziente durante questo periodo deve attenersi alle seguenti raccomandazioni:

  • il paziente dovrebbe consumare circa 60 grammi di proteine, 30 grammi di grassi e 180 grammi di carboidrati al giorno;
  • L'apporto calorico giornaliero dovrebbe essere di circa 1200 kcal;
  • in totale, non si possono consumare più di 2 grammi di sale da cucina in un giorno;
  • Il peso della razione giornaliera dovrebbe essere di circa 1,7 kg;
  • oltre al cibo, devi bere 700-800 ml di liquido gratuito al giorno;
  • I pasti dopo un attacco di cuore dovrebbero essere di cinque o sei pasti al giorno e le porzioni dovrebbero essere abbastanza piccole.

Tutti i piatti durante questo periodo di tempo vengono serviti sotto forma di purè di patate e la loro temperatura non supera i 50 gradi. La dieta deve includere cotolette al vapore, polpette di carne, soufflé di carne, pesce bollito o al vapore di varietà magre, zuppe leggere in brodo vegetale con verdure grattugiate e cereali, cereali nel latte, purè di patate da verdure bollite, kefir, ricotta e soufflé di ricotta o casseruola, così come tutti i tipi di mousse e gelatine.

Un menu approssimativo di un paziente per 3-7 giorni dopo un attacco di cuore può avere questo aspetto:

Dieta terapeutica dopo infarto miocardico
  • colazione - farina d'avena cotta nel latte, un po 'di soufflé di ricotta e una tazza di tè con latte;
  • pranzo: una mela fresca, schiacciata;
  • pranzo - una piccola porzione di zuppa di semolino cotta in brodo vegetale, un po 'di purea di carote con olio vegetale, 50 grammi di soufflé di carne e un po' di gelatina di frutta;
  • tè pomeridiano: un po 'di ricotta e brodo di rosa canina;
  • cena: una porzione di cereali di grano saraceno, una piccola torta di pesce al vapore, una tazza di tè con aggiunta di zucchero e limone;
  • per la notte, prima di andare a letto - un bicchiere di composta di prugne.

Menu dietetico n. 10 dopo infarto miocardico nel periodo subacuto

A partire dalla seconda settimana dopo la malattia, il menu del paziente si amplia notevolmente.

Ora la dieta quotidiana dovrebbe seguire queste regole:

  • È possibile consumare fino a 200 grammi di carboidrati, 80 grammi di proteine ​​e 50 grammi di grassi al giorno;
  • il consumo giornaliero di sale da cucina può raggiungere i 3 grammi;
  • il contenuto calorico della dieta quotidiana dovrebbe essere di circa 1600 kcal e il suo peso dovrebbe essere di circa 2 kg;
  • la quantità di liquido libero rimane la stessa: circa 800 ml;
  • i pasti durante questo periodo sono generalmente cinque volte al giorno.

Ora tutti i pasti possono essere cucinati schiacciati e serviti a temperatura ambiente. Pane di frumento, formaggio a pasta dura, mele al forno, meringhe e altro vengono aggiunti ai prodotti consentiti nella prima settimana dopo la malattia. Poiché il cibo è ancora praticamente non salato, si consiglia di utilizzare cipolle fritte, oltre a varie salse cotte nel latte e verdure per migliorarne il gusto.x brodi.

Un menu giornaliero potrebbe avere questo aspetto:

Dieta terapeutica dopo infarto miocardico
  • colazione: una porzione di semolino con aggiunta di purea di frutta, una piccola quantità di frittata proteica, una tazza di tè con latte;
  • pranzo - casseruola di ricotta, brodo di rosa canina;
  • pranzo - un piatto di borscht vegetariano, purè di patate con latte fresco, un pezzetto di carne magra bollita, gelatina di frutta;
  • merenda pomeridiana - piccola mela cotta;
  • cena: una fetta di pesce bollito e insalata o purea di carote fresche, nonché una tazza di tè con limone e zucchero;
  • per la notte: un bicchiere di kefir senza grassi.

dieta durante le cicatrici

Il periodo di cicatrizzazione è l'intera vita rimanente di una persona che ha avuto un infarto miocardico. Inizia circa 3-4 settimane dopo l'attacco e, in generale, non finisce.

Le seguenti linee guida sono già state seguite qui:

  • al giorno devi consumare circa 250-300 grammi di carboidrati, 50 grammi di grassi e 90 grammi di proteine;
  • la dieta dovrebbe contenere pochissimo sale, circa 5 grammi al giorno;
  • il contenuto calorico del menu giornaliero dovrebbe essere di circa 2000 kcal e la massa di tutti gli alimenti consumati al giorno dovrebbe essere di circa 2,5 kg;
  • Insieme al cibo, devi bere almeno 1 litro di liquido;
  • il cibo deve essere cotto delicatamente e la temperatura non deve essere inferiore a 15 gradi.

Il menu del giorno durante questo periodo di tempo può essere organizzato in base alle tue preferenze, ma tenendo conto dei consigli di cui sopra.

Le seguenti ricette dietetiche post-infarto miocardico ti aiuteranno a preparare pasti sani e nutrienti:

Dieta terapeutica dopo infarto miocardico
  • zuppa di purea. Lessare circa 80 grammi di carne magra finché è tenera, quindi raffreddare e passare più volte al tritacarne. Sciacquare accuratamente 20 grammi di riso in acqua tiepida e far bollire fino a completa cottura, quindi filtrarlo e tritarlo con un frullatore. Aggiungere la massa di riso alla purea, mescolando continuamente. Aggiungere una piccola quantità di brodo vegetale nello stesso piatto e mescolare bene. Posizionare il contenitore sul fornello, portare a ebollizione, rimuovere la schiuma risultante e spegnere il fuoco. Aggiungere 130 ml di latte fresco e circa 5 grammi di burro, raffreddare il piatto finito e servire;
  • porridge di semolino con carote. Pelare 2 carote piccole e lavarle bene, quindi grattugiare su una grattugia fine. Versare 600 ml di latte fresco in un pentolino, portarlo a ebollizione, quindi abbassare la fiamma. Versare un cucchiaio di zucchero semolato nel latte bollente e aggiungere 2 cucchiai di semola a filo sottile mescolando continuamente. Cuocere il porridge fino a cottura completo per 8-10 minuti. Trascorso questo tempo, mettere le carote grattugiate nella stessa padella, mescolare bene e aggiungerecuocere a fuoco lento e spegnere immediatamente il fuoco. Aggiungi un cucchiaio di burro al porridge.

Usa altre ricette per pasti sani che non danneggino la tua salute.

Una corretta alimentazione è una parte importante della riabilitazione per infarto e non dovrebbe essere presa alla leggera.

Dopo un infarto: quali sono i rischi e le precauzioni

Messaggio precedente Perché la schiena prude: possibili cause e misure di emergenza
Post successivo Cause di febbre alta dopo un parto riuscito