La Menopausa

Bagni di idrogeno solforato: caratteristiche del trattamento, indicazioni e controindicazioni

I bagni di idrogeno solforato (solfuro) sono utilizzati attivamente nella balneoterapia da diversi decenni. Sono usati per trattare i sistemi nervoso, muscolo-scheletrico e cardiovascolare, nonché una serie di malattie ginecologiche, urologiche e della pelle.

Bagni di idrogeno solforato: caratteristiche del trattamento, indicazioni e controindicazioni

Sul nostro pianeta, le sorgenti di idrogeno solforato si trovano ovunque, ma per scopi medicinali sono più spesso utilizzate in Russia. Ad esempio, uno dei ben noti depositi di idrogeno solforato è Matsesta, un resort nelle vicinanze di Sochi.

L'effetto di questo tipo di acqua è chiamato reazione matsesta nella letteratura speciale.

Tuttavia, puoi fare un corso di trattamento con bagni di idrogeno solforato non solo nel sanatorio di Matsesta, ma anche in molti altri centri benessere, saloni e persino a casa, poiché oggi vengono utilizzati bagni terapeutici sia naturali che artificiali.

Contenuto dell'articolo

Caratteristiche del trattamento con idrogeno solforato bagni

Il trattamento con bagni di idrogeno solforato è il seguente: gli ioni liberi di idrogeno solforato (dopotutto, come sai, è un gas) penetrano nelle vie respiratorie, nelle mucose e nei pori della pelle ed entrano nel flusso sanguigno, circolano attraverso il sangue, vengono ossidati lì ed escreti dal corpo naturalmente modo. Un ruolo importante in questo è giocato da fattori esterni: temperatura dell'acqua, pressione idrostatica, concentrazione di materia nell'acqua.

Esistono acque terapeutiche di concentrazione debole (contenuto totale di idrogeno solforato 10-50 mg / l), media (50-100 mg / l), forte (100-250 mg / l) e molto forte (superiore a 250 mg / l).

Fai attenzione! Solo un medico qualificato può prescrivere la concentrazione della sostanza da bagno. Un bagno di idrogeno solforato preparato in modo improprio non solo non è benefico, ma può anche causare danni significativi al corpo.

I bagni di idrogeno solforato hanno i seguenti effetti sul corpo:

  • stabilizzare la circolazione sanguigna, aiutare ad abbassare la pressione sanguigna;
  • attivare le difese, tonificare e rafforzare il sistema immunitario;
  • stimola la rigenerazione della pelle, promuove la guarigione delle lesioni cutanee;
  • alleviare l'infiammazione;
  • migliorare il metabolismo dei carboidrati, ridurre il colesterolo nel sangue;
  • normalizzare le funzioni del sistema nervoso autonomo e centrale, aumentare le funzioni neuro-trofiche del sistema scheletrico, accelerare i processi metabolico-ossidativi.

E non molto tempo fa, gli scienziati cinesi hanno condotto una ricerca, durante la quale è stato scoperto che l'idrogeno solforato rallenta il processo di invecchiamento attivandol ' ormone della giovinezza sirtuin. Ecco perché queste procedure (in assenza di controindicazioni, ovviamente) sono molto utili per chi ha a cuore la propria bellezza.

Indicazioni per l'uso

I bagni di Matsesta hanno una vasta gamma di mezzi curativi, con il loro aiuto curano molte malattie, vale a dire:

Bagni di idrogeno solforato: caratteristiche del trattamento, indicazioni e controindicazioni
  • malattie del sistema cardiovascolare (aterosclerosi dei vasi cardiaci, malattie cardiache, ipertensione stadi I e II-A);
  • malattie del sistema nervoso (lesioni al cervello e al midollo spinale, aterosclerosi);
  • malattie della pelle (eczema cronico e seborroico, dermatosi, psoriasi);
  • malattie del sistema muscolo-scheletrico (osteocondrosi, poliartrite);
  • malattie urologiche (vescicolite, prostatite);
  • malattie ginecologiche (infertilità, irregolarità mestruali);
  • malattie endocrine (ridotta funzionalità tiroidea, diabete mellito).

Controindicazioni

Ma come sai, ogni indicazione ha le sue controindicazioni e i bagni di idrogeno solforato non fanno eccezione. In quali casi queste procedure sono fortemente scoraggiate?

L'uso di bagni di solfuro è escluso quando:

  • tubercolosi polmonare;
  • tumori maligni;
  • malattie cardiache con scompenso;
  • sanguinamento;
  • malattie virali e infiammatorie, aumento della temperatura corporea;
  • ipotensione stabile (bassa pressione sanguigna);
  • malattie del tratto gastrointestinale nella fase di esacerbazione o remissione;
  • vene varicose, emorroidi;
  • diabete mellito grave;
  • gravidanza e allattamento;
  • malattie del fegato e dei reni;
  • dermatite piangente, lesioni cutanee fungine.

Questo è importante! I bagni di solfuro possono essere utilizzati solo dopo un esame approfondito del corpo e su consiglio di un medico qualificato. Anche se ti senti una persona assolutamente sana, non dovresti correre rischi: può causare gravi danni al corpo, perché spesso non sospettiamo nemmeno di avere determinate malattie.

Il corso del trattamento è solitamente di 12-15 sessioni, che vengono eseguite a giorni alterni o due giorni consecutivi, e il terzo fanno una pausa. La procedura viene eseguita in una stanza speciale con ventilazione di alimentazione e scarico. La temperatura dell'acqua è di 35-37 ° C, la durata della procedura è di circa 8-12 minuti.

Durante la procedura si osserva una reazione pronunciata: la pelle si gonfia, diventa rossa, i pori si aprono, aumenta la secrezione delle ghiandole sebacee. Nelle parti del corpo a contatto con l'acqua si avverte una leggera sensazione di bruciore, arrossamento e calore. Non aver paura di questo: questa è una reazione completamente naturale dell'idrogeno solforato sul corpo.

Ricorda! Non è possibile fare il bagno subito dopo aver mangiato oa stomaco vuoto, così come dopo uno sforzo fisico significativoa (ad esempio, dopo essere andato in palestra o aver corso), attendere almeno 2 ore dopo.

Bagni di idrogeno solforato: caratteristiche del trattamento, indicazioni e controindicazioni

Per massimizzare i benefici dei bagni, non è consigliabile mangiare troppo, bere alcolici, fumare e lavorare troppo fisicamente durante il corso del trattamento.

Se non hai il tempo e l'opportunità di visitare una spa o un salone specializzato, puoi organizzare un bagno di idrogeno solforato a casa. Per fare questo, è necessario acquistare un farmaco speciale in farmacia e diluirlo in un bagno con acqua secondo le istruzioni.

Ma prima è imperativo consultare uno specialista che prescriverà un dosaggio appropriato e spiegherà anche tutte le possibili sfumature.

Se durante la procedura si avverte debolezza, nausea, vertigini, difficoltà respiratorie o altri disturbi, è necessario interromperla immediatamente e ventilare la stanza, quindi ridurre la concentrazione della sostanza.

dott. Vincenzo Simonetti - ozono vita e salute

Messaggio precedente Qual è la particolarità dell'emicrania nelle donne a casa?
Post successivo Cause spirituali dei tuoi disturbi: comprendere le leggi del karma