20 strategie per bambini con disturbo da deficit di attenzione e iperattività

Come insegnare l'alfabeto a un bambino: caratteristiche che i genitori dovrebbero conoscere

La conoscenza dell'alfabeto è la base della vita normale di una persona nella società. Tutti sanno che senza capacità di lettura e scrittura è impossibile interagire con altre persone. Ecco perché iniziano a insegnare ai bambini le lettere nella prima infanzia. Tuttavia, qui sorgono molte domande: come insegnare a un bambino l'alfabeto, quando iniziare, a che età ed è giusto affrettarsi?

Come insegnare l'alfabeto a un bambino: caratteristiche che i genitori dovrebbero conoscere

Le opinioni degli psicologi su questo punto sono diverse: alcuni dicono che prima il bambino inizia a familiarizzare almeno esternamente con le lettere, meglio sarà sviluppato in seguito. Altri sottolineano che l'apprendimento prematuro non porta a nessun risultato, il che significa che non è necessario provare.

Tuttavia, oggi i genitori stanno cercando di iniziare l'istruzione dei propri figli in tenera età.

Perché insegnare l'alfabeto?

Oltre a ragioni sociali del tutto naturali, la necessità di conoscere le lettere per una persona sotto i cinque anni è dovuta ai requisiti posti da molte scuole: non tutte le istituzioni educative si accontentano di una semplice capacità di leggere le sillabe. Al giorno d'oggi, è spesso necessario dimostrare le tue capacità di lettura a una velocità da dieci a quindici parole al minuto per entrare in prima elementare.

Sulla base di queste considerazioni, il bambino inizia a imparare l'alfabeto (e non solo il russo, ma anche l'inglese, se si prevede di entrare in una scuola con un pregiudizio linguistico) subito dopo aver pronunciato le sue prime parole - fino a due anni, e talvolta anche prima anno.

Questo processo non è sempre rapido: molto dipende dalle caratteristiche individuali dello sviluppo dei bambini. Tuttavia, ci sono molti consigli di insegnanti e psicologi su come insegnare facilmente l'alfabeto a un bambino.

Quando iniziare a imparare?

Questa domanda è una delle prime che vengono poste dai genitori che hanno deciso di affidare il proprio bambino al potere della scienza. Non esiste una risposta univoca alla domanda: alcuni vogliono familiarizzare un bambino di sei mesi con la conoscenza, altri dimenticano la necessità di familiarizzare con le lettere prima della preparazione stessa per la scuola, credendo che il bambino dovrebbe riposare finché c'è un'opportunità.

Nessuna di queste opzioni può essere definita corretta: avviare il processo educativo troppo presto non è efficace, poiché molto probabilmente le lettere saranno dimenticate prima della scuola e troppo tardi porterà a problemi con lo sviluppo del russo e poi dell'inglese in futuro .

Gli esperti, comprendendo questo problema, chiamano una certa fascia di età quando la conoscenza delle lettere sarà più produttiva: da quattro a cinque anni. Allo stesso tempo, è molto importante iniziare a imparare correttamente, perché dipende dal fatto che al bambino piacerà imparare. Accade così che genitori troppo esigenti, imponendo l'alfabeto, abbiano distrutto ogni desiderio di imparare.

Come insegnare correttamente l'alfabeto a tuo figlio : preparazione per il processo educativo

La cosa più importante è da dove cominciareb - emozioni positive. Qualsiasi attività di successo richiede un messaggio positivo. Pertanto, una persona dovrebbe essere introdotta alla lettura fin dalla tenera età, cercare di instillare amore per lui. Tutto ciò che dovrebbe essere fatto per questo è leggere libri al bambino: fiabe, rime, favole.

Un bambino dovrebbe godere dell'opportunità di imparare una nuova storia con i genitori e non sentirsi costretto dagli adulti.

Per non distruggere il desiderio di un bambino di imparare le lettere e padroneggiare la lettura da solo, è necessario attenersi alle seguenti regole:

  1. Il bambino dovrebbe scegliere il libro che l'adulto gli leggerà.
  2. È meglio se la pubblicazione è illustrata, allora il bambino si interesserà rapidamente.
  3. È imperativo discutere di ciò che hai letto con tuo figlio, ma non con il tono di un insegnante, ma nel solito linguaggio comprensibile per lui sotto forma di una conversazione amichevole.
  4. A volte non sarà superfluo chiedere al bambino di fare un breve racconto: questo sviluppa la memoria, la capacità di formulare i propri pensieri.

Come insegnare l'alfabeto a un bambino a 3 anni?

A volte i genitori iniziano ancora a insegnare al bambino l'alfabeto in tenera età (fino a tre o quattro anni). Se si sceglie questo percorso, sarà corretto utilizzare dispositivi speciali per bambini che aumentano l'interesse per l'alfabeto e migliorano la sua memorizzazione a questa età:

  1. L'alfabeto magnetico va bene perché è sempre a portata di mano. I magneti possono essere facilmente attaccati a un frigorifero o ad altre superfici metalliche. Durante il gioco, puoi raccogliere le prime sillabe e persino le parole da esse.
  2. Lettere con illustrazioni. Puoi comprarli o puoi farlo da solo chiedendo aiuto a tuo figlio. Scegliendo una delle tante cartoline illustrate, allegandola alla lettera desiderata, il bambino impara velocemente l'alfabeto.
  3. Lettere al forno. I bambini sono sempre entusiasti del cibo, di forma insolita. Ecco perché è giusto usare un alfabeto commestibile per insegnare a leggere.
  4. Cartoni animati educativi. Il cinema moderno offre molti cartoni animati per bambini che introducono i bambini all'alfabeto o ai numeri. Possono essere usati come rinforzo del risultato dell'apprendimento riproducendo un cartone animato per il bambino dopo la lezione principale.

Errori comuni che fanno i genitori

A volte i genitori che hanno poca familiarità con i metodi pedagogici cercano di insegnare l'alfabeto a un bambino dai tre ai cinque anni, ma non solo non ottengono risultati positivi, ma provano anche una sensazione di disgusto per l'intero processo educativo in generale. Questo può accadere se l'adulto commette sistematicamente una serie di errori:

  1. Sovraccarica il bambino di informazioni quando semplicemente non riesce a ricordare tutto ciò che il genitore sta cercando di mettergli dentro. Non potendo accumulare le conoscenze acquisite, il bambino rifiuta di percepirle.
  2. Forza per imparare l'alfabeto. Anche un adulto non tollera di essere costretto a fare qualcosa. I bambini che amano la libertà per natura si rifiutano sempre di fare ciò che stanno cercando di imporre loro.
  3. Grida. Importante da ricordare,che qualsiasi aspetto negativo influisca sulla psiche del bambino. L'aumento del tono, l'irritazione degli adulti, possono spaventare il bambino, rovinando l'intero processo educativo.

Le lezioni dovrebbero svolgersi con calma, naturalmente, come un gioco. Un adulto dovrebbe capire che il bambino è ancora piccolo, è difficile per lui percepire così tante nuove informazioni. Devi iniziare una lezione al mattino o al pomeriggio, ma non a tarda sera: oltre a trasferire le conoscenze, i genitori dovrebbero fissare un obiettivo per formare la disciplina, quindi non dovresti trascinare la lezione fino a notte fonda.

Come insegnare l'alfabeto a un bambino : tecniche di insegnamento

Per imparare l'alfabeto con un bambino, non è necessario solo avere pazienza, rispetto per lui, ma anche interessarsi agli ultimi metodi di insegnamento pedagogico, che vengono aggiornati ogni giorno con nuovi modi di interagire con i bambini.

Una di queste tecniche originali è stata sviluppata dall'insegnante E. Bakhtina. Si basa sul pensiero associativo di una persona. La conclusione è che il bambino deve inventare le proprie associazioni per una lettera particolare: possono fare affidamento sul suo suono o, ad esempio, sul suo aspetto. Quindi, spesso quando viene chiesto della lettera A, i bambini formano l'associazione di un bambino che piange e la lettera D per loro sembra una casa.

Il metodo di Bakhtina è descritto in dettaglio nelle pagine dei suoi lavori scientifici, quindi, se i genitori vogliono insegnare correttamente al bambino l'alfabeto, non è difficile usarlo.

Puoi anche trovare altri approcci al processo educativo che si adattano alla natura e al tipo di pensiero del bambino. La cosa principale da ricordare quando ci si chiede come insegnare l'alfabeto a un bambino: un adulto dovrebbe aiutare il bambino, sostenerlo e non essere un insegnante severo che impone la conoscenza.

La Scuola Montessori in Pratica di Almese - Io Faccio Così # 163

Messaggio precedente Rutto costante: impara come affrontarlo
Post successivo Motivazione: andare verso il successo